ItalianoFrançaisEnglish

SKYCLIMB MEZZALAMA by DYNAFIT - EDIZIONE ZERO

28 Agosto 2021

Questa gara si svolgerà in buona parte in area glaciale, con tutte le caratteristiche e difficoltà di questo tipo di ambiente: crepacci, ghiaccio, neve e pendenze tali da richiedere l’utilizzo di imbrago,corda e ramponi.

Sarà riservata a cordate di due atleti in possesso di una buona conoscenza dell’alta montagna, curriculum alpinistico e risultati di buon livello nelle gare classiche di corsa in montagna. Questo in ragione della tecnicità del percorso, dell’alta quota e dei rischi insiti nell’ambiente della montagna, nonché della potenziale variabilità delle condizioni meteorologiche.

Partenza e arrivo saranno alla testata della Valle di Ayas, nel villaggio di Saint Jacques (1700m), che durante la stagione estiva è precluso al traffico veicolare e offre una splendida cornice per ospitare eventi sportivi.

PERCORSO

Una prima salita in un bosco di larici porta al piccolo abitato di Fiery 1878m.  Da qui la salita è meno ripida e obliquando verso dx si raggiunge il Pian di Verra 2050m, con una vista stupenda sull’omonimo ghiacciaio e sulle cime del Rosa.

Attraversata la piana, la mulattiera conduce al Lago Blu (2215m), una delle bellezze della Valle d’Ayas. Da qui si segue il ripido filo della morena glaciale che porta al Rifugio Mezzalama 3036m. Oltre, il terreno si fa tipicamente pre-glaciale e roccioso ed una facile lingua di ghiaccio pianeggiante conduce ai piedi delle ripide rocce di Lambronecca, alla cui sommità sorge il Rifugio delle Guide di Ayas (3400m.)

Al rifugio, prima Feed Zone e cambio di assetto. Si indossa l’imbrago, si calzano i ramponi e ci si lega in cordata, pronti per affrontare il ghiacciaio con le sue insidie. Le pendenze sono moderate fino al raggiungimento del Passo di Verra (3848m).

Teatro della parte più tecnica ed impegnativa della gara sarà l’ascesa al Castore (4226m) per la parete Ovest, sulle tracce del Trofeo Mezzalama invernale. La discesa seguirà la cresta Est ed il ghiacciaio del Felik fino al Rifugio Quintino Sella 3585m. Qui Feed Zone e cambio di assetto: si tolgono corda e ramponi.

Un’aerea cresta rocciosa ben attrezzata porta alle pietraie che rapidamente conducono alla Bettolina (3000m circa). Da qui si abbandona il comodo e frequentato sentiero che conduce al Colle della Bettaforca e per ripide tracce si guadagna il Pian di Verra inferiore mille metri più in basso.

Un bosco di larici offre riparo al comodo sentiero che conduce al Rifugio Ferraro (2060m) a Resy, poi un’ultima ripida picchiata porta all’arrivo a Saint Jacques.